condividi
ricetta
stampa
You must be logged in to bookmark
Log In / Sign Up
segnalibro
You must be logged in to rate
Log In / Sign Up
dai un voto
farifrittata agretti

Farifrittata agli agretti

La farifrittata per me è diventata una tradizione.
Io la preparo spessissimo, a volte anche come aperitivo, tagliata a tocchetti. E’ molto veloce e versatile perché come una frittata normale può ospitare tantissimi ingredienti, tutti quelli che ci vengono in mente o che abbiamo in casa, inoltre è un’ottima base per la nostra fantasia, come la pasta matta. Può essere portata in ufficio, per poter pranzare con qualcosa di buono, casalingo e sano, al posto del panino. La preferisco ad una frittata tradizionale perché è molto più leggera e il sapore della farinata piace molto sia a me sia alla mia famiglia. In genere io la preparo in padella, ma è ottima e più leggera anche in forno. Necessita solo di un po’ di riposo e del tempo necessario alla preparazione degli ingredienti del ripieno, si può quindi fare molto in fretta. Per l’occasione, avevo due bei mazzetti di agretti e ho subito pensato a trasformarli in una bella e buona frittata vegan. Gli agretti, che compaiono a primavera, sono noti anche come barba di frate e probabilmente hanno nomi diversi a seconda della zona di provenienza. Hanno un sapore vagamente acidulo ed è da questo che deriva il nome “agretti”. Grazie alla loro quantità di acqua sono considerati molto depurativi, inoltre sono molto ricchi di vitamina A, B e C. Per queste loro qualità sono consigliati almeno una volta al giorno in primavera per detossinare l’organismo.

farifrittata agretti

Ingredienti

200 grammi farina di ceci

400 grammi di acqua

2-3 cucchiai di olio

Un cucchiaino di sale

Un pizzico di pepe

2 mazzetti di agretti

Una cipolla

Uno spicchio di aglio

Procedimento

1

Mettere la farina in un recipiente, unire acqua, olio e sale e versare sulla farina mescolando continuamente con una frusta.

2

Coprire e lasciare riposare per un’ora circa.

3

Sbollentare gli agretti in poca acqua salata per qualche minuto e ripassarli in padella con uno spicchio di aglio, la cipolla e un po’ di pepe.

4

Quando sono cotti tagliarli a tocchetti e unirli alla pastella preparata.

5

Scaldare l’olio nella padella, mantenendo un fuoco non troppo alto. Eventualmente coprire la padella con un coperchio o un foglio di alluminio.

6

Girare la frittata cercando di non fare danni… (coprendo la padella con un piatto di uguali dimensioni e ribaltandola) e completare la cottura sull’altro lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Seme Ribelle
chiudi ricetta